Publication 2017 – Théa Rimini

28 mars 2018

Thea RIMINI

Tabucchi postumo. Da « Per Isabel » all’archivio Tabucchi della Bibliothèque nationale de France

Bruxelles, 2017. 169 p.
Destini incrociati. Vol. 16
br. ISBN 978-2-8076-0179-6
eBook ISBN 978-2-8076-0180-2

I personaggi di Antonio Tabucchi devono spesso confrontarsi con una dimensione « postuma », agendo in una temporalità sghemba abitata da vivi e da morti. Postumi sono anche i libri e le traduzioni usciti dopo la scomparsa dell’autore, come la raccolta di saggi Di tutto resta un poco e soprattutto il romanzo Per Isabel. Un mandala. Affrontare il tema di « Tabucchi postumo » significa altresì cominciare la perlustrazione del prezioso fondo donato dai famigliari dello scrittore alla Bibliothèque nationale de France e conoscere i materiali, perlopiù inediti, conservati nell’archivio privato di Lisbona. Attraverso queste collezioni, nei prossimi anni si potrà riportare alla luce quel Tabucchi che ancora non conosciamo. Posteri e postumi sono infine i numerosi scrittori – italiani e stranieri – che hanno consapevolmente accolto l’eredità tabucchiana nelle loro opere.

Gli autori di questo libro hanno declinato l’aggettivo « postumo » attraverso diverse angolazioni secondo una pluralità e ricchezza di approcci che ha dischiuso promettenti piste di ricerca per gli studi futuri. E viene qui presentata la prima descrizione dettagliata dei tesori custoditi nelle diverse sedi archivistiche.

In apertura del volume sono pubblicati un testo edito e uno inedito dello scrittore. Apparso nel 1997 sul Corriere della Sera e mai più ripubblicato, il primo s’intitola «La Vedovilità che c’è in noi» e costituisce un monito ironico per chi si occuperà dei testi inediti. Il secondo, Sogno di Madonna Fiammetta, dama amata da Messer Boccaccio, rappresenta invece un « sogno di sogno » disperso. Un nuovo, e affascinante, percorso onirico.

Pas de commentaire

Les commentaires sont fermés.